La finestra fertileLa prima cosa da fare per riuscire ad individuare i giorni più fertili ed aumentare le probabilità di concepimento è senz’altro conoscere come funziona il nostro corpo. Sapere come è regolato il ciclo femminile, quali ormoni intervengono e avere chiara la dinamica degli eventi è il primo passo da fare quando si desidera una gravidanza.

Quindi, di tanto in tanto, troverai qualche post sulla fisiologia del ciclo femminile… ma prometto di non annoiarti troppo ;) e comunque, credimi, è per una buona causa! :D

Diversamente da grossa parte delle specie animali, che sono fertili solo poche volte l’anno, la donna è potenzialmente fertile ogni mese, anche se solo per una finestra temporale di alcune ore.

Il ciclo riproduttivo femminile è governato da diversi ormoni, il cui abbassamento ed innalzamento dei livelli nel sangue scandisce tutte le fasi del ciclo stesso e determina le modifiche fisiologiche dell’utero e delle ovaie.

 

 

In particolare gli estrogeni ed il progesterone sono protagonisti rispettivamente della prima e della seconda parte del ciclo, cioè prima e dopo l’ovulazione.

Generalmente si dice che la durata media del ciclo femminile è di 28 giorni. In realtà, poche donne sono così “standard”, per cui la lunghezza del ciclo si considera normale tra i 25 e i 36 giorni. In un ciclo standard di 28 giorni, l’ovulazione dovrebbe avvenire intorno al 14mo giorno… ma la fisiologia non è matematica ;) e quindi c’è una certa variabilità.

Ad ogni modo, l’ovulo, una volta rilasciato dall’ovaio, è fecondabile solo per circa 12-24 ore. Poichè gli spermatozoi hanno invece una vita media di 3-5 giorni all’interno del corpo della donna, si definisce finestra fertile il periodo che va da due giorni prima dell’ovulazione alle 24 ore successive: insomma, quei tre giorni sono il momento giusto per darci dentro :P

Purtroppo non è detto che un rapporto che avvenga nei giorni fertili porti ad una gravidanza (purtroppo… o per fortuna, dipende dalle proprie intenzioni!!), ma comunque è solo all’interno di tale finestra che c’è la possibilità di centrare il bersaglio.

Per questo è importante imparare a riconoscere i segnali del periodo fertile per cercare di massimizzare la proprie probabilità di diventare genitori… o di non diventarlo, se non è il momento ;) .

Il calcolo dei giorni fertili è la teoria alla base dei metodi cosiddetti naturali per il controllo delle nascite.

 

Articolo interessante? Allora richiedi subito le risorse gratuite di I Giorni Fertili, per avere a tua disposizione tantissime altre informazioni utili. LI RICEVERAI NELLA TUA CASELLA EMAIL COMPLETAMENTE GRATIS! ;)

E non scordarti di cliccare su Mi Piace, Tweet o Google+ per condividere questo articolo sul tuo Social Network preferito :mrgreen: